B-SIDES: VAN ARNO

Van Arno è nato a Chattanooga, TN ed è cresciuto a St. Louis, MO. Ha frequentato la Scuola di Design di Otis Parsons a Los Angeles.
All’inizio degli anni ’90 le sue illustrazioni riprendevano le sceneggiature di “Robotech”, ha disegnato per “Powell Peralta”, e si è ritagliato con i suoi lavori anche una nicchia nell’industria musicale.
Ha poi cominciato a creare opere figurative eroiche che caratterizzavano la cultura religiosa, popolare, pop e mitica. La sua serie “Olive Oyl” ha catturato molta attenzione.
Il lavoro di Van è da allora stato mostrato a livello nazionale a Los Angeles, Seattle, Santa Fe, Nashville e New York. Tra le principali mostre ricordiamo quella per “Juxtapoz” “Terra delle Retinature Delizie” nel 2008 presso il Museo d’Arte di Laguna e nel 2010 e 2011 al Museo d’Arte di Riverside.
Van è stato presentato in Art News, Juxtapoz Magazine e Hi Fructose, così come in diversi libri. Tra i suoi collezionisti spiccano nomi come Patricia Arquette, Perry Farrell, Mark Parker, Morgan Spurlock e Lydia Hearst.
Attualmente sta creando su una scala sempre più grande mentre spinge la figura umana ad estremi di postura, design e colore.
“Tento di dipingere il momento archetipico di chiarezza e passione. Ma soprattutto, le immagini devono essere emozionanti e vive. Le regole dell’illuminazione, dell’anatomia, della gravità e della fisica devono essere piegate o rotte per rendere la foto carica. Questo è l’obiettivo finale”.
Il suo lavoro può essere visto alla “Galleria Corey-Helford” di Los Angeles, e da “The Jonathan Le Vine Gallery” a New York.
 
WEB: jabber36.wixsite.com/vanarno