B-SIDES: DANIEL MARTIN DIAZ

danielmartindiaz.com
Il suo lavoro è frutto di un’insaziabile curiosità ad esplorare i misteri della vita e della scienza, ha passato anni a studiare filosofia, anatomia, informatica, matematica, cosmologia, biologia, fisica quantistica..
Anche se le immagini che studia sono rudimentali, senza particolari inclinazioni verso l’estetica, le trova affascinanti.
E queste sono le cose che tenta di spiegare attraverso la sua arte. Tutta la bellezza e la tragedia che è la vita.
Tutti i progetti che crea sono concepiti come disegni, che per l’autore hanno una bellezza e un’intimità che la pittura non può catturare. Le linee sottili della grafite, e la rapidità con cui si può abbozzare un’idea, è questo ciò che rende affascinante questo mezzo.
Il suoi progetti sono stati esposti in tutto il mondo e pubblicati da Los Angeles Times, New York Times, Juxtapoz Magazine, Hi-Fructose Magazine, e Low Rider Magazine. Ha all’attivo quattro libri d’arte pubblicati e installato opere per i grandi progetti di arte pubblica negli Stati Uniti. Ha inoltre vinto molti premi, come un disco d’oro e di platino progettato per la Atlantic Records.