5 DOMANDE IN 5 MINUTI: ANEMIANERA

 
F: Chi sei?
A: Ciao, mi chiamo Alessandra De Lorenzo e il nickname “AnemiaNera” in realtà è venuto fuori molto a caso, per dare un nome ai miei profili instagram e tumblr (https://www.instagram.com/anemianera/ e http://anemianera.tumblr.com/) che uso come magazzini per i miei disegni, banalmente ispirato da una forma di anemia brutta brutta che mi ossessiona e dal contrasto bianco/nero che uso nelle grafiche.
 
F: Pennello, pennarello o matita: chi è il tuo migliore amico?
A: Ad oggi, matita e penna. Uso la matita per fare i primi schizzi e poi un tratto-pen o una penna gel dall’inchiostro nero per definire contorni e riempire.
Contemplo, però, da giorni e giorni l’altarino composto dalla scatola di Caran d’Ache e la tavola di acquerelli che ho sulla scrivania.
 
F: La tua ultima collaborazione/lavoro.
A: Come dicevo, è nato tutto un po’ per caso, quindi finora ho disegnato principalmente per me stessa e per il mio gruppo, i CLASS: le grafiche delle magliette e degli album le ho fatte io.
Ho disegnato una mini-zine incentrata sulla musica hc, volantini per svariati concerti del giro punk DIY di Milano, grafiche per alcune band, e per tatuaggi di alcuni amici. L’ultima collaborazione è stata disegnare l’illustrazione per un post sulla rivista online Soft Revolution, e sto lavorando su nuovi progetti personali.
 
F: 5 aggettivi per descrivere FILLER.
A: Stimolante, fresco, accogliente, estroso, intelligente.
 
F: Quali canzoni meglio descrivono la tua etica del lavoro?
A: Direi “Do It Yourself” dei Punch, usandola un po’ come spunto per riferirmi a tutto il mondo DIY/Punk. E poi “In The Garage” dei Weezer, perché descrive il modo casalingo e l’attitudine “da cameretta” con cui disegno.